Il burger gourmet al Public House di Ornella Buzzone

Public House, il burger gourmet

Se seguite la mia pagina facebook, sapete che domenica scorsa sono stato a pranzo al Public House, la piccola creazione della mia amica Ornella. Questo pub gourmet si trova a pochi passi dalla celebre Reggia di Caserta. Il design del posto, che unisce lo stile shabby a quello urban, solo apparentemente distanti, mi ha dato da subito la sensazione di essere a casa. La compagnia perfetta, poi, ha reso tutto migliore!

Ciò che distingue il Public House dagli altri, però, sono senza dubbio la qualità ed il sapore dei panini. I prodotti utilizzati sono perlopiù di provenienza locale, di stagione e tutti freschi. Anche per le salse di accompagnamento o di condimento si fa affidamento alle ricette personali e non ai prodotti acquistati. Il risultato è unico: un mix di piacere per la vista e per il palato. E per instagram se, come me, siete persone molto social.

Public House apre eccezionalmente le sue porte anche a pranzo, la prima domenica di ogni mese. Il menù, in questi casi, viene arricchito con alcune ricette della tradizione campana, leggermente riadattate. Così ci siamo ritrovati a mangiare un panino ripieno di polpette al sugo fatto cuocere, come tramandato dalle nonne napoletane, a partire dal giorno prima.

Poi, siccome i miei amici ed io non ci facciamo mancare nulla, abbiamo scelto tre meravigliosi burger dal menù. Il mio è quello con hamburger di chianina, scarole, pinoli e una maionese fatta in casa. Di solito, mangio le scarole solo nella pizza e alla vigilia di Natale, perché da noi è un’usanza di buon augurio. La ricetta di Ornella, però, mi ha convinto a rivalutarle. Non mangio neanche le olive nere, perché sono troppo amare per i miei gusti, eppure ho mangiato anche quelle! Il tutto accompagnato da una ricca lista di birre artigianali.

Non mancano i dolci!

Il fatto che ci sentissimo a casa ha fatto trasformare il Public House in un perfetto set fotografico. Tra risate, video e quattro chiacchiere, ci siamo concessi una cheese cake ai frutti di bosco, che io amo alla follia e che, prima o poi, proverò a coltivare.

Public House: via Gasparri, 30 – Caserta facebookinstagram

1 Commento

  1. Pingback: Il Giardino di Ginevra - Cafè Sofà, da Anna Chiavazzo - UNCONVENTIONAL LIFE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *