Dublin Square: Irlanda nel cuore storico di Pomigliano

Dublin Square: l’Irlanda sotto casa

Moeh Esse viene a prendermi presto per portarmi al Dublin Square, un locale caratteristico a Pomigliano d’Arco che conoscevo per brevi toccate e fuga. Mai avevo avuto, prima della scorsa settimana, la possibilità di assaggiare diversi piatti dal menù. Per fortuna ho un amico che mi aiuta a rimediare.

Il posto è irradiato da luci soffuse, decorato con legno caldo e pavimenti da tipico pub irlandese. Sviluppato su due piani, gode anche di uno spazio molto ampio all’aperto, che si riempie a vista d’occhio nelle calde sere della provincia napoletana.

Il Dublin Square nasce nel 2014 dall’idea di Marianna e Agata Annunziata, due giovani sorelle capaci di fondere il tipico stile dei locali irlandesi con l’utilizzo di materie prime proprie della loro terra d’origine. Ad avvalorare ancora di più l’intraprendenza delle sorelle Annunziata, la definizione del loro locale come prima Chouffoteca in Campania. Ogni piatto è stato infatti servito da diverse varianti di birra Chouffe, rigorosamente in piccoli calici raffiguranti il tipico gnomo del marchio.

 

Dall’antipasto al dolce

Sapete che amo dilungarmi sulla parte che più preferisco, il cibo, e che prendo molto seriamente le fasi della serata in cui mi accomodo ad assaggiare! Seguitemi nella descrizione di questa piacevole esperienza culinaria.

La cena è cominciata, ben presto per fortuna, con cuoppetti di carta ripieni di finger food. A seguire, spezzatino stracotto alla Guinness, accompagnato da purè di patate, un piatto bilanciato e memorabile, che supera nobilmente l’ostacolo della stagione in cui è stato presentato. Così come le alette di pollo in salsa agropiccante, che hanno chiuso le portate degli antipasti sporcando rigorosamente le mani di tutti i commensali.

I pezzi forti della serata sono stati i due burger, definiti inizialmente mini, ma dalla grandezza poco minore rispetto a qualsiasi altro panino. Il primo, Callan, derivato da una concezione più classica, era un miniburger di Chianina con cheddar, bacon croccante, cipolla caramellata, patatine e salse a scelta, disponibili a ogni tavolo. Il secondo, ancora oggi memorabile e capace di farmi venire l’acquolina in bocca, era il Carlow. Si tratta di un miniburger di maiale affumicato, melanzane alla contadina, caciotta dolce, capocollo di Martina Franca, salvia fritta e maionese.

Io non aggiungerei altro, a parte due parole sui dessert.

Conosco molto bene la pasticceria Antignani di Pomigliano d’Arco, che ha rifornito il locale con due portate studiate proprio per il Dublin Square ed ero consapevole della garanzia di gusto e qualità dei dolci: a chiudere la serata una cheesecake ai frutti di bosco con ricotta di bufala e un birramisù.

Ci tornerò? Sicuramente, l’acquolina in bocca non passa certo con la semplice immaginazione.

 

Contatti

Dublin Square: facebook

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *