Il Bellini: pizze e linguine nel centro di Napoli

Quando si entra nella più profonda e radicata tradizione culinaria napoletana, è abbastanza difficile trovare un luogo in cui non si mangi bene. Si tratta di ricette tramandate per generazioni, che le nonne conservano come tesori di famiglia. Ed è questo che succede, da generazioni, al ristorante Il Bellini, nel pieno centro storico di Partenope.
Ci tiene a spiegarlo Gennaro Tommasino, “ereditiere” di quelle ricette e della gestione del ristorante di famiglia.

Il Bellini, pizza con vista su Port’Alba

Ciò che mi piace tanto di questo posto è, sicuramente, la posizione. Il Bellini, infatti, si trova a piazza Bellini (da cui prende il nome), di fronte Port’Alba. A due passi da piazza Dante, quindi dalla lunga via Toledo, affianco al “vico dei musicisti”, a pochi metri dal monastero di Santa Chiara. Insomma, nella parte più vissuta e attiva di Napoli, che tu sia un turista o un abitante.
Si tratta di una vera e propria istituzione, tanto da essere ed essere stata la meta di diverse celebrità e personalità della politica. Una storia lunghissima, raccontata dalle tante foto sulle pareti. La più bella? Quella con la nostra amatissima Sophia Loren! (facebook)

 

Interessante scelta di pizze

Le sale del ristorante richiamano, ed è evidente, una certa ricercatezza. Così, apparentemente, Il Bellini non sembra accessibile a tutti. Eppure, vi devo dire che i prezzi non sono tanto lontani dagli altri ristoranti, anche non centralissimi. E questo è un aspetto che mi interessa particolarmente perché, sempre più, cerco di diffondere l’idea che il “lusso” può essere tranquillamente alla portata di tutti. Il lusso, nel caso de Il Bellini, sta senza dubbio nelle materie prime delle portate.

Il menù delle pizze è veramente ricco e le proposte sono interessanti. La Margherita è il punto forte per chi apprezza i gusti semplici ma decisi. Qui si usa la mozzarella di bufala, che da ancora più sapore.
La mia pizza preferita, però, è quella con i pomodorini, per la freschezza che rilasciano al palato.

Punta di diamante: Linguine al Cartoccio

Una delle ricette di famiglia, di cui vi parlavo all’inizio, vede come protagoniste le linguine. La prima cosa a cui si pensa parlando di linguine sono i frutti di mare. Anche al ristorante Il Bellini!
Ciò che le rende, però, uniche, è la tecnica di cottura.
Dopo una precottura su fuoco, infatti, le linguine già unite al sugo, ai frutti di mare e ai gamberi, vengono “accartocciate” in una speciale carta e messe in forno per qualche minuto. Questa carta ha il compito (e ci riesce bene) di trattenere al suo interno tutti gli odori e tutti i sapori. In sala, l’apertura del cartoccio, sprigiona tutto, così si mangia un piatto di pasta col sapore e l’odore del mare.

Se siete a Napoli, vi consiglio vivamente di farci una tappa. La porzione di linguine è abbondante e una va più che bene per due persone ma, se siete come me… beh prendetene due!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *