Sbriciolata con crema pasticcera e amarene

Sbriciolata: copertina articolo

La Sbriciolata o Torta Sbrisolona è un dolce al quale sono veramente tanto legato. Nasce a Mantova, dove “brisa” vuol dire briciola. E mai nome fu più adeguato!
Ora, se la memoria non mi inganna, credo sia il primo dolce io abbia provato a fare in vita mia. E, poiché si tratta di una ricetta versatilissima, la farcitura interna può essere fatta in mille modi diversi. Qui, per esempio, LaZimbi ve la presenta con confettura di albicocche.

Solitamente, la mia sbriciolata è ripiena di ricotta e gocce di cioccolato. Oggi, però, vi propongo una variante che mi piace tantissimo: crema pasticcera e amarene.
Le amarene che ho utilizzato sono state sciroppate da me. Le raccogliamo nell’orto di un amico di famiglia e facciamo i trattamenti sotto zucchero, al sole. Tuttavia, poiché ci vuole un po’ di tempo (un bel po’), vanno benissimo quelle acquistate al supermercato.

Crema Pasticcera

Spesso sento dire che fare la crema pasticcera è complicato. In realtà, bastano solo piccoli accorgimenti durante la preparazione. Quindi, vi riporto un modo semplice semplice per fare una crema pasticcera buonissima!

Ingredienti:
– Mezzo litro di latte
– 4 tuorli
– 8 cucchiai di zucchero
– 4 cucchiai di farina

In una pentola, mettiamo i quattro tuorli e lo zucchero e li amalgamo con la frusta. Aggiungiamo la farina: è fondamentale setacciarla. Continuo a girare con la frusta. Passiamo su fuoco e aggiungiamo a poco a poco il latte, sempre agitando con la frusta (e sempre nello stesso verso). Continuo a girare fino a che la crema non si addensa.
La crema si addensa molto velocemente. E’ importante non farla bollire perché rischiamo di bruciarla o stracciarla.

Un po’ di consigli: durante la cottura, possiamo aggiungere un po’ di buccia di limone che toglieremo alla fine. Oppure, possiamo aggiungere della vaniglia.
Nel nostro caso, quando la crema sarà densa, aggiungiamo un po’ del succo delle amarene.
A questo punto, facciamola raffreddare.

Sbriciolata: preparazione dell’impasto

Sabbia dell'impasto

Per l’impasto della nostra Sbriciolata, dobbiamo usare le mani. E’ severamente vietato usare impastatrice o lo sbattitore a fruste. Quello che vogliamo ottenere è una sorta di sabbia.

Ingredienti:
– 300 g di farina
– 100 g di zucchero
– 100 g di burro
– 1 uovo
– 1 bustina di lievito per dolci

Preparazione della Sbriciolata

Imburriamo e infariniamo la nostra teglia. Sempre con le mani, “stendiamo” la metà del nostro impasto su tutta la superficie. Non ci preoccupiamo se ci dovessero essere piccoli buchi vuoti. L’impasto, infatti, cresce in forno. Poi, comunque, non dimentichiamoci che sono “briciole”!
Con l’aiuto di un cucchiaio, stendo la crema pasticcera fredda su tutta la torta, cercando di non far spostare troppo la base sotto.

Interni con crema pasticcera e amarene

A questo punto, mettiamo tutte le amarene che vogliamo. Se fate come me, ce ne vorranno tante: una la metto, tre le mangio, una la metto, altre tre le mangio. Qualcuna la schiaccio in modo che rilasci il succo!
Copriamo il tutto con l’altra metà dell’impasto. Anche in questo caso, non preoccupiamoci se ci saranno buchi vuoti, sarà ancora più appetitoso.
Inforniamo in forno statico a 160-170 gradi, per una mezzoretta. Appena vediamo che la Sbriciolata si sta dorando in superficie, siamo pronti per sfornarla.

La facciamo raffreddare e la mangiamo. In realtà, la mangiamo anche calda, senza problemi proprio!
Come giusto che sia, la Sbriciolata si sbriciola. Ed è paradisiaco!

fetta di torta sbriciolata
Ripieno della torta sbriciolata
torta sbriciolata con crema pasticcera e amarene